dog sitter
GEAPRESS – Nuovo episodio di aggresione di cane padronale. Dopo il caso della bimba di Lavinio (vedi articolo GeaPress) aggredita da un cane maremmano, è ora la volta di Canale Monterano, sempre in provincia di Roma.

Ad evitare il peggio è stato l’intervenuto di un Appuntato dei Carabinieri. Salvo il padrone del cane e lo stesso Dogue de Bordeaux. Il tutto grazie al Carabiniere che però, frappostosi tra i due, è stato avventato all’avambraccio destro finendo in terra trascinato dal cane. Per il militare dell’Arma, oltre al morso all’avambraccio, anche le escoriazioni ad entrambi gli arti inferiori.

Nel pomeriggio di ieri, il proprietario del cane aveva richiesto l’intervento dei Carabinieri. L’uomo, infatti, era stato morso dal suo cane e per evitarne la furia si era barricato in casa. Temeva per l’incolumità propria e della figlia di tre anni. All’arrivo della pattuglia dei Carabinieri, il grosso cane, riferisce il comunicato dei Carabinieri, vagava furioso nel giardino di casa. Alla vista del padrone lo ha nuovamente aggredito.

Solo l’immediato intervento dell’Appuntato dei Carabinieri, con tutte le conseguenze che ne sono conseguite, ha evitato il peggio. Il Carabiniere si è allontanato dal cane solo dopo avere appurato lo stato di inoffensività. Nel frattempo, infatti, era  intervenuta l’ASL Veterinaria che aveva provveduto a sedare il grosso cane.

Il giovane graduato è dovuto però ricorrere alle cure mediche presso l’ospedale di Bracciano.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati