GEAPRESS – Istantanea di un principio d’incendio. È una fotografia scattata dai Forestali la prova schiacciante del reato per un anziano ex agricoltore del beneventano colto in flagrante mentre appiccava il fuoco in un bosco di proprietà privata per mezzo di un accendino e di un mucchio di paglia secca tenuto in tasca.

È avvenuto a Castelpoto (BN) e a sorprenderlo sono stati gli agenti del Comando Stazione di Vitulano (BN) e del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) di Benevento. Il fuoco è stato spento sul nascere dai Forestali.

Si presume che L.D., padre a sua volta di un agricoltore proprietario di un’azienda di bovini, sia stato mosso da motivazioni legate alle attività di pastorizia della famiglia.

La pena prevista per il reato d’incendio boschivo doloso consiste nella reclusione da 4 a 10 anni, ma il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Benevento ha decretato gli arresti domiciliari considerata l’età del responsabile.

Salgono a 11 gli arresti effettuati dal Corpo forestale dello Stato per reato d’incendio boschivo dall’inizio dell’anno ad oggi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati