GEAPRESS – Sono stati 135 gli incendi boschivi divampati ieri in tutta Italia a impegnare i mezzi e il personale del Corpo forestale dello Stato. Le regioni più colpite dalle fiamme risultano la Calabria con 31 roghi e il Lazio dove sono stati registrati25 incendi. Seguono la Campania e la Basilicata con 13, la Toscana con 10, Puglia e Sardegna con 8 incendi.

Le province più calde sono Cosenza con 14 incendi, Catanzaro, Potenza e Frosinone con 7 e Matera con 6.

In particolare si segnalano tre incendi ancora attivi nel Lazio nei Comuni di Petrella Salto (RI), Pontecorvo(FR) e Genazzano (RM), dove sono a lavoro le squadre a terra del Corpo forestale dello Stato, per spegnere le fiamme.

A Bordighera, in provincia di Imperia, il personale del Corpo forestale dello Stato del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) ha denunciato, ieri, per incendio boschivo colposo un uomo di 78 anni originario del luogo. Anche a Potenza il personale della Forestale del locale Comando Stazione ha denunciato un uomo di 57 anni originario di Pietragalla (PZ) per incendio colposo, mentre era intento ad effettuare la ripulitura del proprio terreno da sterpaglie tramite abbruciamento.

Oltre agli interventi nell’ambito della flotta aerea di Stato, il Corpo forestale dello Stato è intervenuto con propri elicotteri su 29 incendi. Sono pervenute al Numero di Emergenza Ambientale 1515 un totale di 428 segnalazioni di incendi. Nell’arco della giornata il Corpo forestale dello Stato è stato impegnato con 366 pattuglie operative antincendio ed ha effettuato 44 controlli sul territorio e 2 denuncie per incendio colposo.

Il Corpo forestale dello Stato ricorda il numero di emergenza ambientale 1515, gratuito e attivo tutti i giorni 24 ore su 24, al quale ogni cittadino può segnalare la presenza di incendi o di eventuali incendiari che danno fuoco ai boschi e danneggiano il nostro patrimonio naturale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati