Purtoppo solo 4mila franchi di multa la condanna per il titolare della scuderia. Il 56enne condannato è noto in campo sportivo ed ha anche un diploma di veterinario.
I fatti risalgono ad ottobre 2007, il pony che non voleva saperne di fare dei giri legato ad una corda lunga, fu obbligato ad obbedire agli ordini, perse più volte l’equilibrio, fino a rotolare a terra, fratturandosi il cranio e subendo, poi, un’iniezione letale.