randagio 3
GEAPRESS – Grande soddisfazione da parte dell’UGDA (Ufficio per il Garante Diritti Animali)  è stata espressa in merito alla decisione del Comune di Volterra (PI) di non inviare più i cani randagi  presso una struttura di Matera.

Secondo quanto riportato dal Comune, il canile lucano che si era aggiudicato la gara d’appalto, pur essendo in regola con i requisiti di legge della regione Basilicata, non avrebbe soddisfatto a quelli richiesti dall’amministrazione comunale di Volterra.

Si chiuderebbe in tal maniera una vicenda che aveva visto in prima fila contro il Comune,  la responsabile UGDA Laura Barachini. Una protesta che si era allargata ben oltre i confini della Toscana.

L’auspicio di UGDA è ora che i cani vengona accolti nella stessa regione,  ovvero presso il  canile di Fucecchio dove sembra essersi indirizzato, per un affidamento provvisorio, il Comune di Volterra. Poi, entro due settimane dall’esito delle verifiche sui requisiti, si procederà con l’aggiudicazione definitiva e dopo 35 giorni  alla eventuale stipula del contratto.

Una  situazione, dunque, che sembra ora essersi felicemente conclusa ma che evidenzia  tutti i limiti di una legge sul randagismo che nulla impedisce in merito alla “migrazione” di cani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati