Lo scorso aprile i Carabinieri erano stati chiamati presso l’abitazione di un 70enne, originario di Montefiascone, che aveva massacrato di bastonate fino ad ucciderlo, uno dei cani della vicina. Due giorni dopo, l’uomo ha ucciso anche l’altro cane, fatto a pezzi con un coltello, e ne ha gettato i resti, raccolti in una busta di plastica.

Ora, il pensionato dopo l’ennesima lite con la vicina di casa, ha impugnato un grosso coltello da cucina puntandoglielo alla gola.

E’ stata sottovalutata la prima inaudita violenza nei confronti del cane della vittima” dichiara Valentina Coppola, presidente di EARTH “ed è da questa che è scaturita l’escalation violenta che ha portato alla truculenta uccisione del secondo cane ed al tentato omicidio della signora.”

Secondo l’associazione infatti, la violenza sugli animali non rappresenta uno sfogo, ma una palestra che aiuta ad essere violenti con gli esseri umani e, quando denunciata, deve essere trattata con adeguata rilevanza.

EARTH ha presentato denuncia per maltrattamento ed uccisione immotivata di animale con le aggravanti della crudeltà.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati