GEAPRESS – Secondo fonti del Governo vietnamita il cadavere scuoiato e mutilato di un elefante sarebbe stato scoperto nei giorni scorsi in una zona forestale della provincia dello Quang Binh. Si tratta di una femmina che sarebbe stata privata di coda, zanne, orecchie e di molti degli organi interni.

Tutte parti da poter essere utilizzate nei commerci sia del più noto avorio, ma anche come componenti della medicina tradizionale.

Secondo gli ultimi censimenti nel Vietnam sopravviverebbero non oltre un centinaio di elefanti. Tra le cause del loro declino, oltre alla perdita dell’habitat ed al conflitto con l’uomo che ne deriva, c’è proprio il bracconaggio.

Gli ultimi areali si trovano negli altopiani centrali del Vietnam.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati