GEAPRESS – Nuovi sviluppi per la vicenda del proprietario dei cani (appassionato cacciatore di beccacce ed addestratore ) che nell’estate 2012 venne denunciato a seguito di un intervento delle Guardie Zoofile dell’ENPA a Bassano del Grappa (VI) (vedi articolo GeaPress) .

Cani detenuti in trasportini a loro volta sistemati in un furgone. Questo venne documentato nei lunghi appostamenti che fecero seguito alle dettagliate segnalazioni. A quanto pare, il furgone era posteggiato all’interno di uno spazio condominiale. Temperatura che sfiorava i trentotto gradi ed in alcuni casi niente acqua. Ora il Decreto Penale di Condanna.

Ne dà comunicazione il Coordinamento Protezionista Vicentino il quale informa come al momento della notifica, attuata dalla Questura, il cacciatore aveva da tempo trasferito la sua residenza, senza però darne comunicazione. Un fatto grave, perché il soggetto era titolare di armi oltre che di una “quantità industriale” (riferisce il Coordinamento) di munizioni. Dunque una nuova denuncia per l’addestratore. A lui doveva altresì essere notificata l’avvenuta confisca dei cani, all’epoca posti sotto sequestro dal Corpo Forestale dello Stato su mandato del P.M. Giovanni Parolin.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati