gabbie proiettili
GEAPRESS – Continua incessante la repressione del bracconaggio operato dalla Polizia Provinciale di Vicenza, nonostante le difficoltà sorte dopo la riforma della pubblica amministrazione voluta dal Governo.

Questa volta ad essere individuato e poi denunciato è stato un cacciatore che in una zona collinare si era costruito un vero e proprio appostamento a pochi metri dall’abitazione. L’appostamento era stato ricavato in un fondo recintato. Ad insospettire gli agenti era stato il canto dei richiami vivi utilizzati; si trattava di due lucherini, tre fringuelli ed un frosone.

Poco dopo alcune fucilate di un’arma di piccolo calibro richiamava ulteriormente l’attenzione della Polizia Provinciale che verificava altresì l’abbattimento di un fringuello. Si tratta di una specie protetta dalla legge. La successiva perquisizione nell’abitazione dell’uomo ha poi consentito di rinvenire 350 munizioni a palla non denunciate alla competente autorità oltre che una gabbia a scatto per la cattura degli uccelli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati