altana
GEAPRESS – Dopo le scritte intimidatorie contro il Comandante della Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Valdagno(VI), Davide Simeoni, è stato deciso il suo trasferimento in altra sede come misura di sicurezza. Lo riferisce, in un suo comunicato, l’Eurodeputato Andrea Zanoni il quale ricorda come martedì 24 settembre 2013, tra Valdagno e Recoaro Terme (VI), erano state rilevate scritte di minaccia rivolte proprio al Comandante. “Capanni mancanti pallottole vaganti” e “Simeoni due pallottole sono state avanzate per te”: queste le gravi frasi intimidatorie comparse nell’area collinare.

L’eurodeputato Andrea Zanoni, membro della Commissione ENVI Ambiente Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo aveva immediatamente espresso solidarietà all’Ispettore Simeoni, mettendo a disposizione una ricompensa di 500 euro per chi avesse fatto il nome dell’autore delle minacce.

Il trasferimento del Comandante ad altra sede, in conseguenza delle scritte intimidatorie è un fatto gravissimo – ha affermato l’ON.le Zanoni – Mi auguro non debba essere interpretato come segno di resa da parte dello Stato davanti a qualche balordo che crede di averla vinta in questo modo. Ora spero che la Polizia Provinciale e il Corpo Forestale dello Stato intensifichino i controlli di caccia e in particolare sugli appostamenti nella zona di Valdagno e Recoaro. Deve essere chiaro che l’area è presidiata per far rispettare la legge e portare avanti il lavoro iniziato dall’Ispettore Simeoni“.

Da subito, infatti, il sospetto è stato che il Comandante Simeoni sia entrato nel mirino dell’autore delle minacce per aver applicato la legge e sanzionato gli abusivismi edilizi ad opera di cacciatori che avevano installato i capanni da caccia in zone tutelate e vincolate e senza le prescritte autorizzazioni di legge.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati