Dal canile proveniva un odore nauseabondo, che rendeva l’aria irrespirabile.
Il titolare del canile, C.G. di 30 anni, aveva realizzato una discarica in una fossa a cielo aperto in cui venivano depositati gli escrementi dei cani.
La “discarica”, un vascone dal quale proveniva un odore nauseabondo che rendeva l’aria irrespirabile, era proprio in prossimità del canile.
Dopo il sopralluogo dei Carabinieri della Compagnia di Vibo e dei Noe il titolare è stato denunciato all’autorità giudiziaria ed il caso è stato segnalato all’ autorità sanitaria.
Rimane da capire come sia possibile che il Servizio veterinario ASL non si era accorto di nulla?