Per scongiurare il ‘rischio’ del gregge, che monopolizza Craco Vecchia, è stata organizzata dall’Amministrazione comunale una manifestazione con artisti presso il Monastero di San Pietro. Craco Vecchia è una cittadina fantasma, sgomberata nel 1963 per una frana; il nuovo paese è stato ricostruito a 10 chilometri di distanza.

La Città vecchia è inserita nella Watch List 2010 del World Monuments Fund, organismo internazionale che si occupa di tutela di siti a rischio e di conservazione del patrimonio culturale. L’accesso al “Paese che fu” è fortemente limitato per i rischi di nuovi smottamenti, dal 2009 sono previste sanzioni per chi entra senza autorizzazione. Ma pare che un pastore, con un gregge di pecore e capre al seguito, proprio non voglia saperne.

Secondo il Sindaco, Pino Lacicerchia, il pastore, oltre che portare al pascolo il gregge nella Città fantasma, continuerebbe anche a mungere ed a macellare gli animali nel centro storico. Si lamenta il Sindaco che la Città vecchia, scelta come location da registi famosi come Francesco Rosi e Mel Gibson, ma dimentica Pasolini, ed i percorsi resi fruibili per i visitatori (paganti) siano appestati da cattivi odori e da escrementi di animali. Ma a nostro avviso è molto grave che qualcuno macelli animali e che le istituzioni, preposte al controllo ed alla repressione dei reati, sappiano e non mettano fine alle uccisioni.