Lisa segugia
GEAPRESS – Lisa, sette anni di vita orribile che l’hanno minata nel corpo e nella psiche. Lo ricorda la LAV di Verona che precisa come la cagnolina sia stata sottratta alla sofferenza dal Corpo Forestale a seguito di denuncia della LAV.

Veniva utilizzata per la riproduzione perché inadatta alla caccia.

Oggi, dopo mesi di attenzioni amorevoli, è pronta per la sua fortunata famiglia: proprio fortunata, perché Lisa è un cane dolcissimo, fedele, affettuoso e coccolone.

Lisa, appena le è possibile, si tuffa nei campi intorno alla pensione che la LAV aveva scelto per le sue cure. Forse cercava delle lepri … per giocare con loro. “Si è mai visto un segugio che cerchi le lepri come compagni di giochi e che faccia a rimpiattino, senza catturarle o fare loro del male?”

La LAV cerca ora  una famiglia ove vi sia sempre qualcuno. Lisa, infatti, non vuole assolutamente stare sola. “Sappiamo essere una richiesta improponibile – riferiscono gli animalisti – ma Lisa soffre di crisi di abbandono e da sola si dispera“.

Vaccinata, microchippata, sterilizzata. Poi la precauzione finale, “gridata”  a grandi lettere: “NON LA AFFIDIAMO A CACCIATORI”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati