Lola lav v
GEAPRESS – La sua storia fece molto scalpore per le disastrose condizioni dei tre cani da caccia che qualche tempo addietro vennero sequestrati dal NIPAF del Corpo Forestale dello Stato. Tre cagnoline, tutte affidate alla LAV di Verona dalla quale era partita la denuncia.

Per Lola, una delle tre cagnoline, è finalmente arrivata l’adozione. Pulita, curata e perfettamente riabilitata si trova ora a  Montorio, ma la sua nuova padrona, amante della montagna, non le fa mancare passeggiate nei panorami incantati della montagna. Con Francesca, riferisce la LAV, è stato amore a prima vista ed ogni giorno una corsa con la sportiva padroncina è allegramente condivisa dalla cagnetta.

Un cambiamento che stride con l’incredibile situazione nella quale venne ritrovata la cagnetta. Fetore in abbondanza, niente cibo e niente acqua, ebbe allora a riferire la LAV. Ora, per la cagnolina Lola, c’è un ampio appartamento a disposizione dove giocare con la pallina insieme alla nuova mamma. Un divano per il riposo diurno ed il lettone per la notte. “Perché Lola e Francesca – tengono a precisare i volontari veronesi – sono diventate grandi amiche e dormono abbracciate!

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati