occhi cane
GEAPRESS – Un’ammenda di 1000 euro e la confisca dell’animale. Questa la condanna per il reato di cui all’articolo 727 del Codice Penale emessa dal Tribunale di Verona. Il caso che ha riguardato le condizioni di detenzione di un piccolo cane meticcio di 9 anni è scattato dopo la denuncia presentata dalla LAV di Verona a seguito di una segnalazione.

L’animale, al momento del sequestro operato lo scorso gennaio dal Corpo Forestale dello Stato, si trovava, sottolinea la LAV di Verona in un suo comunicato, in uno stato di grave denutrizione e deperimento. Appariva, inoltre, molto impaurito.

Oggi Biagio, questo il nome dato dai volontari, è un cagnolino sereno che ha perso molte delle paure che ne caratterizzavano il comportamento.

Biagio, che dal momento del sequestro è stato curato amorevolmente e seguito con pazienza da una volontaria della LAV, è stato a seguito della condanna affidato definitivamente all’Associazione.

La LAV di Verona ringrazia la Procura di Verona e il P.M. dott.ssa Bianca Rinaldi per la particolare sensibilità mostrata nella risoluzione del caso e l’avvocato Emanuela Pasetto per la professionalità ed il sostegno offerto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati