Se ne andava tranquillo per via Claudia Augusta a Quarto d’Altino in provincia di Venezia. Era però un concentrato di illegalità. Cacciava durante una giornata di divieto, aveva poi la licenza di caccia scaduta da anni e per completare il quadro, abbatteva pure animali appartenenti a specie protetta. Povere tortorelle finite nel carniere del bracconiere fornito pure di un richiamo a bocca per volatili. Poi, in mano, una tortora.

Tre Agenti della Polizia Provinciale di Venezia lo hanno così fermato e denunciato all’Autorità giudiziaria. Per lui, intanto, anche una sanzione amministrativa di 500 euro. La Polizia Provinciale ha ricevuto i complimenti dell’Assessore al ramo Giuseppe Canali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati