polizia provinciale milano
GEAPRESS – Sono iniziati da qualche giorno, e proseguiranno fino alla fine di agosto, i servizi della Polizia Provinciale di contrasto al bracconaggio, di prevenzione contro lo spaccio di droga, di controllo della pubblica decenza e dell’invasione di auto nelle aree verdi e boschive protette silvo-pastorali.

Per quattro giorni alla settimana una pattuglia in auto o appiedata, in funzione del luogo individuato e delle possibilità di accesso, effettuerà servizio di controllo nei parchi e nelle pinete del territorio.   E’ questo quanto emerso dal tavolo tecnico successivo alla riunione del Comitato provinciale dell’ordine pubblico e della sicurezza.

I pattugliamenti, comunica la Provincia di Venezia,  riguarderanno i parchi di Mestre in particolare l’area di San Giuliano, il parco Albanese, il Bosco Osellino ed il Bosco Ottolenghi, i Boschi Zaher, le Pinete di Vallevecchia a Caorle, l’isola del Mort a Jesolo.

Secondo l’assessore alla Polizia Provinciale Giuseppe Canali “i nostri Agenti hanno specifiche competenze e sensibilità per tutelare il territorio e soprattutto l’ambiente. E’ importante l’opera di prevenzione che già in altre occasioni abbiamo portato avanti con risultati positivi. La giunta Zaccariotto ha da subito attuato, a partire dal 2009, una politica di controllo e tutela del nostro vasto, magnifico territorio costituito da numerosi corsi d’acqua e da un paesaggio unico”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati