Cansiglio 21-07-2013 (0)
GEAPRESS – Felici e soddisfatti. Questo perchè, comunica l’ENPA di Treviso, la manifestazione in difesa dei cervi del Cansiglio, è proprio riuscita.  “Non si sa bene in base a che cosa – commenta l’ENPA – ma al Cansiglio vogliono ammazzare 1200 cervi“.

Una denuncia che già alcuni giorni addietro, era divenuta oggetto di intervento dell’On.le Andrea Zanoni (vedi articolo GeaPress). I cervi, secondo alcuni, danneggerebbero gli allevatori e le plantule. Per Zanoni e gli animalisti, si tratta invece di un sicuro massacro, peraltro inutile allo scopo prefisso.

Un centinaio di persone, raggiunta la storica foresta, ha ieri detto no agli abbattimenti. Volontari arrivati anche da Mestre e Trieste che hanno protestato mettendo in evidenza quelle che l’ENPA ha definito le contraddizioni e incongruenze presenti nel “Piano di abbattimento”. Non ultimo, la presunta presenza del Cesio 137 nelle carni dei cervi e l’assoluta pericolosità dell’uso di arma rigata. Una  gittata, precisano gli animalisti, che arriva  fino a 4000 metri. Il tutto, poi, in una zona densamente frequentata da turisti durante tutto l’anno.

Una mite e ventilata giornata ha  così dato il benvenuto e accompagnato i partecipanti per tutto il percorso.  Appuntamento finale alla  piana del Cansiglio fino a Pian Osteria. Lungo il tragitto, a fronte degli slogan scanditi a squarciagola, il pollice alzato di assenso e solidarietà dei moltissimi turisti di passaggio e non senza qualche screzio con chi quei cervi proprio non li vuole.

Ovviamente, per quanto riguarda le manifestazioni ed iniziative per la vita dei cervi, la storia non finisce qui (dice sempre l’ENPA).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: