occhione
GEAPRESS – Pesca inusuale quella avvenuta ieri innanzi la costa di località Borgo. Un peschereccio, infatti, ha “pescato” un raro occhione, ovvero un uccello di abitudini notturne che vive negli alvei pietrosi dei torrenti. Un animale in difficoltà, sottoliena l’ENPA di Savona infastidito da alcuni gabbiani.

Il peschereccio varazzino San Daniele  del comandante Vallerga, osservato l’occhione in difficoltà, ha così deciso di andare in suo soccorso allontanando con del pesce i gabbiani e riuscendo a raccogliere con un guadino l’occhione.

Il volatile, molto caratteristico per i grandi occhi, è poi stato consegnato ai volontari della Protezione Animali savonese. Dopo le prime cure verrà  rimesso in libertà, trattandosi di una specie animale molto sofferente alla cattività. Un animale raro, con meno di un migliaio di coppie nel nord Italia. Depone due uova assolutamente mimetiche tra le pietre nella zona asciutta dei torrenti e, quando il nido è minacciato da qualche predatore, uno dei genitori vola in alto mentre l’altro ne attira l’attenzione allontanandosi a piedi e fingendo di zoppicare.

Sono già oltre cento gli animali selvatici feriti o in difficoltà soccorsi quest’anno dai volontari dell’ENPA, da tempo senza alcun aiuto dei cosiddetti enti pubblici competenti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati