balenottera I
GEAPRESS – Una balenottera al largo di Varezze (SV). Da alcuni giorni il gigantesco animale viene avvistato in un’area ad alcune miglia dalla costa.

Ad informare i volontari della Protezione Animali savonese è stato un peschereccio locale che in tal maniera ha di fatto attivato il monitoraggio senza che però venga resa nota la precisa localizzazione del tratto di mare frequentato dal cetaceo. Questo al fine di evitare ogni possibile fonte di distrubo.

Secondo l’ENPA quasi sicuramente il grande mammifero ha trovato grandi quantità di cibo (soprattutto krill), che il mare agitato ha portato a galla dai profondi canaloni che si trovano al largo della cittadina. La balenottera può raggiungere i 25 metri di lunghezza ed 80 tonnellate di peso ma l’esemplare varazzino sembra di dimensioni più piccole.

La presenza di cetacei è caratteristica del mar Ligure, a causa di correnti e profondità marine che facilitano una certa abbondanza di cibo.

Dagli anni novanta, ricorda l’ENPA che evidenzia l’impulso dato al progetto, è stato istituito il Santuario dei cetacei – Pelagos che però, denunciano sempre gli animalist, è rimasto pressocchè sulla carta. In pratica, alle dichiarazioni di principio, non sarebbero seguite efficaci misure di tutela.

Continuano però a registrarsi le sottoscrizioni di Comuni ed enti pubblici all’adesione al Santuario, ma ad oggi non vi è  un’organizzazione stabile che lo possa gestire con efficacia e tempestività. Quando poi occorre soccorrere qualche animale in difficoltà o spiaggiato, è solo l’impegno e la sensibilità degli uomini della Guardia Costiera, assieme a qualche organizzazione scientifica o di volontari come l’ENPA (ultimo loro intervento per un giovane grampo a Laigueglia la scorsa primavera) a far fronte all’assenza di strutture adeguate.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati