galline ovaiole
GEAPRESS – Il personale del Comando Stazione Forestale di Vallo della Lucania (SA), ha portato a termine una serie di controlli finalizzati alla verifica del benessere animale e alimentare, presso i rivenditori ambulanti nel mercato settimanale di Vallo della Lucania.

In particolare, durante l’ispezione di un rivenditore ambulante, sono state verificate situazioni tali da ravvisare gli illeciti penali per violazioni alle norme igienico sanitarie. Si tratta in particolare di migliaia di uova detenute in promiscuità con animali vivi, tra cui galline, polli, conigli, quaglie e tacchini; uova che, stante le rilevanze investigative, sarebbero state poste su piani imbrattati da feci ed in cattivo stato di conservazione, ovvero, sottolinea il Corpo Forestale dello Stato, potenzialmente nocive per la salute pubblica.

Inoltre, visionando la documentazione relativa alla tracciabilità delle uova emergeva come il numero di lotto indicato, non corrispondeva a quello impresso sulle confezioni.

A seguito della verifica, è stato deferito  alla Autorità Giudiziaria il titolare dell’esercizio. E’ stato, inoltre, sequestrato l’intero carico di uova, circa 9000, detenute in cattivo stato di conservazione e sono state erogate sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 6000 euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati