cardellino
GEAPRESS Furto aggravato, in concorso, e ricettazione di volatili. Sono questi i reati dai quali dovranno difendersi i due soggetti denunciati dal Carabinieri di Vado di Monunzo a seguito di una indagine avviata alcune settimane addietro.

Il tutto è scaturito dopo un furto di una cinquantina di uccelli, tra cui cardellini razza “Major” e canarini, del valore totale di 3.800 euro. Gli animali erano detenuti presso un allevamento privato di Monzuno e, poco prima del furto, due persone anch’esse appassionate di volatili, si erano recati per avere informazioni generiche sugli uccellini. Di quell’incontro era rimasto un numero di telefono che, alle indagini dei Carabinieri, era poi risultato intestato alla fidanzata di uno dei due. Dall’esame del traffico telefonico in uscita i militari sono riusciti a risalire anche all’utenza del secondo individuo.

Sabato mattina sono scattate le perquisizioni. A casa di uno dei due si sono così  rintracciati  17 volatili privi dell’anellino di identificazione. Si trattava di due cardellini razza Major che, a detta dei Carabinieri, provenivano proprio dall’allevamento di Monzuno. Nel corso della perquisizione venivano inoltre ritrovati 8 canarini e 7 pappagallini razza Fisher che, secondo gli investigatori, sarebbero di provenienza sospetta. Gli uccellini, in buone condizioni di salute, sono stati sequestrati e affidati in custodia ad un centro di recupero.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati