trofeo lupo
GEAPRESS – Sono in tutto 2.567 i lupi uccisi negli Stati Uniti a partire dal 2011. In quell’anno, salvo alcune limitate popolazioni, il Governo ha tolto il grado di protezione fino ad allora riservato.  Secondo i protezionisti americani questo “massacro” dipenderebbe dall’incapacità delle autorità statali locali di proteggere la biodiversità. Negli USA, con la sola esclusione dell’Alaska, i lupi sarebbero non più di 6000.

Decenni di persecuzione del canide selvatico avevano ridotto i lupi, sul finire degli anni settanta, ad una piccola popolazione nel Minnesota. La protezione impartita ha consentito l’espandersi dell’areale mentre nelle Montagne Rocciose si è registrata una ripresa grazie ai lupi provenienti dal Canada. In questo paese  sono stimati intorno alle 60.000 unità. Negli USA avvenne inoltre una reintroduzione nel Parco Nazionale di Yellostone ed è attualmente questa l’unica popolazione  protetta nonostante le pressioni di chi vorrebbe alzare il fucile contro di loro.

L’uccisione del canide selvatico potrebbe però determinare un aumento del coyote i cui numeri si sono ridotti grazie alla presenza del lupo. Sono però i coyote i maggiori accusati dell’uccisione del bestiame. Il lupo, inoltre, è un importante regolatore dell’ecosistema ed in modo particolare degli ungulati selvatici. Questi, però, sono ambiti anche dall’uomo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati