mucche a terra
GEAPRESS – L’Unione Europea deve promuovere l’allevamento sostenibile per garantire migliori condizioni di vita alle 23 milioni di mucche da latte in Europa. Questo chiede al Commissario Ue competente per il benessere degli animali Tonio Borg, Andrea Zanoni, eurodeputato ALDE e vice presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo.

L’Europarlamentare italiano ha, infatti, sottoscritto una lettera aperta firmata da altri 32 eurodeputati, associazioni e aziende del settore.

Oggi sono ancora troppi i casi di maltrattamento di questi bovini – ha dichiarato l’On.le Zanoni – come testimoniano gli scandali delle mucche a terra in Italia. L’Europa, a cui spetta la legislazione in materia, deve prendere delle misure concrete per risolvere una volta per tutte questo annoso problema, che vede migliaia di animali allevati in condizioni di sovra sfruttamento da produzione da latte tali da renderli, ad un certo punto, incapaci di stare in piedi”.

La lettera è stata inviata al Commissario Ue Tonio Borg dopo che il 23 ottobre scorso una petizione di 293mila firme è stata consegnata a Bruxelles in supporto di una nuova legislazione sull’allevamento delle mucche da latte. Tra le associazioni firmatarie troviamo Compassion in World Farming, World Society for the Protection of Animals e altre ONG nazionali.

L’industria del latte europea costituisce un quarto dell’intero settore mondiale. Per questo è fondamentale promuovere proprio in Europa un allevamento sostenibile introducendo standard minimi obbligatori sulla tutela degli animali nella legislazione europea – spiega Zanoni – Chiediamo a chiare lettere alla Commissione europea una direttiva sul benessere degli animali da allevamento che contrasti concretamente gli abusi e le situazioni agghiaccianti che tutt’oggi si verificano nei Paesi membri. Penso ad esempio ai terribili casi di mucche a terra che troppo spesso si verificano in Italia, o più semplicemente ai milioni di mucche costrette a vivere in pochi metri quadrati senza la possibilità di un minimo movimento”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati