pelle foca
GEAPRESS – Le foche cacciate per la loro pelliccia saranno sempre meno. Così annuncia un comunicato del Parlamento Europeo anche se i Governi hanno già concordato di mantenere in Europa il commercio dei derivati provenienti dalle attività di caccia degli Inuit. Cadrà, invece, una seconda deroga.

Il testo di legge sarà votato oggi in sessione plenaria. Il passo successivo avverrà innanzi al Consiglio dell’Unione Europea.

Allo stato attuale l’UE vieta fin dal 2009,  cappotti di pelle di foca,  guanti,  borse e carne. Il divieto è entrato in vigore nel 2010, sebbene consenta due deroghe. La prima è quella relativa ai prodotti della caccia delle tribù indigene e l’altra per la piccola caccia che garantisce la cosiddetta “gestione delle risorse marine” sostenibile. E’ proprio quest’ultima quella che non sarà più consentita.

Il realtà l’ampio bando inizialmente deciso dall’Unione Europea era stato contestato dal Canada e dalla Norvegia innanzi all’Organizzazione mondiale del commercio(OMC). Nel giugno 2014, una Sentenza ha stabilito il mantenimento del divieto giustificato dalle note questioni morali relative al benessere delle foche, ma si sarebbero dovute considerare le due eccezioni. Per rispondere alle preoccupazioni dell’OMC, la Commissione europea ha proposto una modifica alle attuali norme europee.

Secondo le modifiche, già concordate con i Governi europei, agli Inuit sarà consentito vendere prodotti derivati dalle foche in Unione Europea solo se i loro metodi di caccia tengono conto del benessere degli animali. Questo perchè la caccia delle foche rappresenta non solo una tradizione ma anche un mezzo di sussistenza. Fatti che sono stati duramente contestati dalle associazioni protezionistiche.

Non sarà invece più consentita la seconda eccezione, ovvero quella sulla gestione sostenibile.

La Commissione dovrà inoltre pronunciarsi entro la fine del 2019 sull’applicazione delle nuove norme, con particolare attenzione al loro impatto sulla comunità Inuit

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati