uccellagione II
GEAPRESS – Quarantadue uccellini liberati ed un uccellatore denunciato. Questo il risultato di un intervento congiunto della Polizia Provinciale di Udine e dei Carabinieri delle Stazioni di Moggio Udinese e Chiusaforte, svoltosi nei giorni scorsi.

Il bracconiere è stato individuato nel corso di una perlustrazione del territorio nei pressi di un’area boscata a Sella Necea. L’uomo, a quanto pare già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, è stato notato con  una rete da uccellagione. Nonostante l’alt impartito, si è dato alla fuga.

Alle ricerche del fuggiasco, subito avviate, hanno preso parte anche i Vigili del Fuoco.

Individuata l’abitazione si sono così sequestrate panie invischiate, quattro reti ed i 42 uccellini tutti appartenenti a specie protette. Tra questi ciuffolotti, fringuelli, lucherini oltre che un verdone ed un crociere. Gli animali sono stati subito liberati.

Per il bracconiere la denuncia all’Autorità Giudiziaria. Dovrà ora difendersi dall’accusa di uccellagione, detenzione di fringillidi in numero superiore a cinque oltre che inosservanza a provvedimento dell’Autorità.

Sulla vicenda è intervento il presidente della Provincia Pietro Fontanini, secondo il quale l’intervento ora comunicato dimostra quanto sia efficace l’attività di controllo della Polizia Provinciale di Udine che è stata per questo ringraziata. “L’ennesimo colpo – ha dichiarato il Presidente della Provincia – messo a segno contro chi non rispetta il territorio e la sua fauna“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati