Sulla caccia torna a parlare il Presidente onorario del WWF Fulco Pratesi. Prendendo spunto dall’uccisione di una cicogna nera in Toscana, e dai dati che stanno affluendo dai centri di recupero, Fulco Pratesi, in una intervista rilasciata al Corriere della Sera.  Pratesi ha evidenziato “quanto la caccia in Italia sia un’attività incompatibile con la ricchezza di biodiversità del nostro paese, con la sicurezza e soprattutto con le norme europee che vietano rigorosamente di sparare a specie rare e per questo protette e impongono di tutelare anche quelle cacciabili. Inoltre la caccia in Italia viene ancora svolta in periodi delicatissimi per la riproduzione di molte specie animali come è accaduto con le preaperture decise in molte regioni e che per questo violano le stesse indicazioni Ue oggi anche legge dello Stato”