Due diverse storie di uccellagione che, sebbene in maniera diversa, riguardano il Veneto. La prima, data in esclusiva oggi dal Giornale di Vicenza riporta un intervento della Polizia Provinciale ad Arzignano (VI). Padre e figlio denunciati per un roccolo abusivo e trovati in possesso di 169 uccellini con fascetta non regolamentare. Una decina, invece, erano all’interno di un congelatore. Curioso il nome della via dove è avvenuto il sequestro: via dei roccoli.

A Cogoleto, in provincia di Genova, il Comando Stazione di Arenzano del Corpo Forestale dello Stato, ha fermato un uccellatore di origine veneta che, all’interno della sua proprietà, aveva allestito un vero e proprio impianto per la cattura illegale degli uccelli. Sedici uccelli erano, invece, detenuti in spazi angusti ed utilizzati come richiamo. Erano tutti appartenenti a specie protette.