uccellagione III
GEAPRESS  – Interventi anti uccellagione eseguiti da diversi corpi di polizia, in Friuli, Sardegna e Molise.

Il primo caso è stato scoperto dalla Polizia Provinciale di Udine, a San Vito di Fagagna.  Secondo quanto comunicato dagli inquirenti, ad un  uomo sono state sequestrate ben otto reti per uccellagione mentre numerosi volatili sono stati liberati. L’impianto  sarebbe stato realizzato nell’orto di casa.

In Sardegna, nel Comune di Assemini (CA) i Carabinieri del Comando Stazione di Capoterra hanno fermato un uomo che deteneva, nella sua autovettura,  trecento lacci (trappole per catturare uccelli) animali morti appartenenti a specie protetta ed esche.  Il soggetto è accusato di uccisione di animali, attività venatoria illegale condotta altresì in area protetta.

In provincia di Potenza, infine, l’intervento del Corpo Forestale dello Stato che ha portato alla denuncia di un uomo trovato in possesso di 25 cardellini. Si tratta di una specie di volatile protetta dalla legge. Come già evidenziatosi in altri interventi, si trattava anche in questo caso di un uomo proveniente dalla provincia di Napoli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati