Una manifestazione il prossimo 22 aprile innanzi l’Assemblea Nazionale Costituente ed una petizione che in pochi giorni ha raccolto già 2000 firme. La richiesta, che verrà rivolta alle autorità tunisine, è quella di inserire i diritti degli animali nella Carta Costituzionale di quel paese.

La petizione è pervenuta a ben 5000 veterinari appena lo scorso 4 marzo. Sarà possibile compilarla fino al prossimo 15 maggio. Un dato che fa ben sperare e che vede direttamente coinvolti in particolare alcuni medici veterinari tra cui alcuni aderenti alla Associazione MFFC (Mediterranean Fauna and Flora Club). Sebbene riconosciuta nel 2011, l’MFFC ha iniziato la sua attività nel 2005 con un’iniziativa in favore degli asini maltrattati in Tunisia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati