trappole
GEAPRESS – Tagliole, lacci-cappio e trofei. Questo quanto all’oggetto del sequestro operato dal Corpo Forestale Trentino del Distretto forestale di Rovereto-Riva e dai guardiacaccia dell’Associazione Cacciatori Trentini e Custodi Forestali.

Trappole, come nel caso della tagliola, in grado di arrecare seri danni anche ad una persona.

I fatti si sono sviluppati in due diverse operazioni di polizia condotte rispettivamente nei comuni di Ala e Villa Lagarina. In entrambi i casi, l’individuazione del bracconiere è stata seguita dalle perquisizioni domiciliari. In tutto, ad essere stati sequestrati, sono stati dieci lacci, 1 trappola a scatto, 5 tagliole di cui una di notevoli dimesioni, e tre trofei, ovvero parti della testa di un camoscio e due caprioli.

A sottolineare la pericolosità della maxi-tagliola è la stessa Forestale del Trentino. Quell’arnese, riferiscono i Forestali, è potenzialmente molto pericoloso anche per l’uomo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati