suini controlli
GEAPRESS – Un articolato sistema di controllo effettuato nel corso dell’ultimo fine settimane, grazie all’intervento di numerose pattuglie della Polizia Stradale di Reggio Emilia Guastalla e Castelnuovo né Monti.

Un continuo alternarsi attuato sul territorio reggiano e particolarmente nei pressi del casello autostradale del capoluogo, con l’impegno di monitorare l’autotrasporto nazionale ed internazionale di animali vivi e di sostanze alimentari (vitivinicoli e oleari). Ai controlli ha preso parte il personale dell’ICQRF di Modena, per la repressione delle frodi sui prodotti Agroalimentari.

Particolare attenzione è stata in tale contesto posta sul rispetto del regolamento CE 1/2005 del 22.12.04 da parte di conducenti, vettori e custodi di animali. Le pattuglie sono state indirizzare lungo gli snodi di collegamento tra allevamenti locali ed impianti di macellazione e trasformazione nel Comune di Reggio Emilia.
Oltre 20 i veicoli commerciali per il trasporto di animali e vitivinicoli oleari.

La verifica della documentazione di viaggio, oltre che sul rispetto degli orari di guida e di pausa, è stato reso possibile mediante l’esclusivo sistema informatico, in uso solo alla Polizia Stradale, denominato “Police Controller”, sulla omologazione dei particolari mezzi di trasporto. In tal maniera è stato possibile verificare la veridicità di quanto asserito da un autista cremonese che trasportava suini. L’autista, ha subito il ritiro immediato della patente di guida, con l’accusa di avere circolato senza aver inserito la carta tachigrafica nel dispositivo crono digitale per la registrazione delle ore di guida. Lo scopo, riferisce la Polizia Stradale, sarebbe stato quello di eludere i controlli, dichiarando agli Agenti di non aver guidato durante la notte. Grazie all’analisi dei dati raccolti dal dispositivo Police Controller si sarebbe infatti evidenziata l’omissione oltre alle violazioni per il superamento delle ore di guida. Gli Agenti hanno potuto procedere alla contestazione di varie sanzioni per un importo complessivo superiore alle 1500 euro e la sospensione della patente fino a 3 mesi.

Sanzioni contestate per 3000 euro anche ad un altro autotrasportatore di cavalli destinati alle competizioni sportive, in quanto sprovvisto dell’apposita documentazione per gli animali, che ne identifica la provenienza e la proprietà, fatto per il quale sono in corso accertamenti al fine di verificare la lecita provenienza.

In tutto, ad essere sanzionati, sono stati ben 7 autotrasportatori a diverso titolo per diverse migliaia di euro.
Il monitoraggio della corretta osservanza della disciplina sanitaria e delle norme sull’autotrasporto speciale inerente il settore, consentono un controllo coerente della filiera complessa che normalmente ha come fase terminale la macellazione degli animali trasportati ai fini del commercio alimentare.

La finalità di tali controlli, riporta la Polizia Stradale, è quella di garantire oltre che la sicurezza ed un trattamento sensibile degli esemplari trasportati, anche quella delle persone – normalmente destinatari finali.

La Polizia Stradale continuerà anche nei prossimi giorni ad effettuare controlli coordinati e congiunti, al fine di contrastare con concretezza ogni eventuale ipotesi trasgressoria , su territori interessati dalle tipologie di trasporti in argomento.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati