enrico rizzi
GEAPRESS – I fatti risalgono a febbraio del 2012. Enrico Rizzi, allora coordinatore nazionale del Partito Animalista Europeo, si era rivolto agli uffici centrali di Trapani del Corpo Forestale della Regione siciliana per depositare una denuncia di maltrattamento ad animali ma  un Commissario del Corpo Forestale si rifiutò di riceverla. “Non è di mia competenza” avrebbe riferito, invitando il coordinatore ad allontanarsi.

Rizzi, tramite i legali, presentò formale denuncia alla stazione dei Carabinieri di Borgo Annunziata contro il Forestale. Il reato supposto era “rifiuto di atti d’ufficio”.

Oggi la sentenza di primo grado presso il Tribunale di Trapani. A riportare la notizia è un comunicato del PAE che riferisce essere stata accolta la richiesta del Pubblico Ministero.

Condanna a quattro mesi di reclusione più il pagamento delle spese processuali. Accolta anche la richiesta del risarcimento dei danni in favore di Enrico Rizzi che verranno liquidati in € 1.500,00.

Assolto, invece, per gli altri due capi di imputazione, tra cui la “violenza privata”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati