cane vr
GEAPRESS – “L‘esperienza di far scontare ai responsabili di reati minori la pena alternativa lavorando a tu per tu con gli animali si è rivelata molto positiva”. Lo ha dichiarato Antonino Giorgio, presidente della sezione locale LNDC, in riferimento al recente progetto messo in campo a Trapani.

Il responsabile della Lega Difesa del Cane, auspica che l’esempio venga seguito anche in altre città.
 
La stessa associazione sottolinea come uno degli obiettivi da sempre prefissati è quello della sensibilizzazione e promozione di una corretta relazione uomo-animale individuata come base per una convivenza sociale migliore. In quest’ottica, la Sezione della Lega Difesa del Cane di Trapani, ha avviato da alcuni anni un percorso di collaborazione con l’U.E.P.E (Ufficio di Esecuzione Penale Esterna) di Trapani e l’U.S.S.M. (Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni) di Palermo per il reinserimento sociale e lavorativo di quelle persone che hanno commesso dei reati minori e sono ritenute idonee a svolgere dei lavori di pubblica utilità in sostituzione della pena.

Gli adulti e i minori selezionati sconteranno la pena alternativa affiancando i volontari dell’Associazione presso l’ambulatorio veterinario comunale di Erice gestito dalla stessa associazione.  Si tratta, aggiunge la Lega Difesa del Cane, dell’unica esperienza di questo genere nella Sicilia occidentale; risultati eccellenti in termini di reinserimento sociale. È noto infatti come occuparsi di un animale domestico possa contribuire a far crescere il senso di responsabilità ed empatia verso il prossimo, cosa particolarmente importante nel caso di giovani che hanno avuto un momento di sbandamento. Il clima di collaborazione con i volontari LNDC, inoltre, può fornire un sostegno morale e un incoraggiamento ad acquisire nuove abilità lavorative e a instaurare un’adeguata rete di relazioni sociali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati