traffico cuccioli
GEAPRESS – Indagini della Guardia Civil spagnola su un sospetto traffico di cuccioli dall’est europa. In tale contesto si colloca il sequestro di 125 cagnolini appartenenti a varietà da compagnia ed intercettati nelle scorse ore dalle Forze dell’Ordine. Un  momento, quello natalizio, di certo di maggior profitto per i trafficanti.

Il fermo del camion con all’interno i cagnolini è avvenuto nella provincia di Saragozza ad opera del Servicio de Protección de la Naturaleza (SEPRONA) della Guardia Civil. A leggere le accuse formulate, sembra di trovarsi innanzi ad uno dei tanti sequestri italiani. Passaporti e documentazione sanitaria probabilmente manipolata specie in merito alla presunta età degli animali. Il sospetto è che i cuccioli abbiano un’età inferiore ai tre mesi, ovvero quanti ne occorrerebbero  per potere essere commerciati in Spagna

L’ipotesi investigativa è che vi sia una vera  e propria rete di trafficanti con  sede nell’est europa ed operante in più città spagnole. Nel caso specifico i 125 cagnolini sembrerebbero provenire dalla Slovacchia. Tutti i 125 piccoli animali sono stati consegnati ad una associazione che gestisce nei luoghi un rifugio.Si sta in queste ore procedendo all’adozione in famiglia.

Recentemente, una spedizione di cuccioli intercettata in Italia, aveva come probabile destinazione non solo tappe nazionali ma anche spagnole. L’ultimo sequestro di cuccioli avvenuto in Italia è occorso invece nel valico di Fernetti, in Friuli. Due giorni addietro sè è avuta comunicazione del sequestro di undici cuccioli di cani Sharpei e Amstaff, operato dalla Guardia di Finanza. Ad essere fermata una macchina proveniente dalla Romania.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati