avorio distr
GEAPRESS – Le indagini erano partite lo scorso novembre quando i bagagli di un cittadino cinese, sospetto trafficante di avorio, erano stati ispezionati alla dogana aeroportuale della città di Shenyang, capoluogo della provincia di Liaoning nel nord est della Cina.

L’Amministrazione generale delle Dogane cinesi ed il Ministero della Pubblica Sicurezza, ha poi inviato  propri esperti in Kenya per collaborare con la polizia locale. L’uomo, infatti, è stato seguito e catturato presso l’aeroporto di Nairobi, lo scorso 17 gennaio. Le indagini, riferisce China Radio International, avrebbero così permesso di appurare come il soggetto ha lungamente gestito un traffico internazionale di avorio contando sulla complicità di corrieri appositamente assoldati. Altri due sospetti sono già stati catturati. Ad aiutare il contrabbandiere nelle operazion i di sdoganamento era a quanto pare la fidanzata.

Di oggi la comunicazione dell’avvenuta estradizione in Cina.

L’intervento rientra nell’ambito dell’operazione soprannominata “Cobra II”, voluta dalla Cina congiuntamente ad altri paesi, per contrastare il contrabbando di parti di fauna selvatica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati