cacciatore
GEAPRESS – Il Coniglio dei Ministri, nella riunione odierna, ha impugnato la Legge Regione Toscana n. 88 del 30/12/2014, riportante “Modifiche alla legge regionale 12 gennaio 1994, n. 3. Quest’ultima disposizione è la legge che disciplina, a livello regionale, l’attività venatoria.

Ad essere viziata potrebbe essere la suddivisione degli Ambiti Territoriali di Caccia, ovvero quelle aree che secondo i principi ispiratori della legge nazionale di settore, avrebbero dovuto legare il cacciatore al territorio. La Toscana aveva previsto un solo ATC per provincia, ma secondo il Consiglio dei Ministri in tal maniera non sarebbero rispettati gli standards di tutela uniformi stabiliti sul territorio nazionale dalla legge quadro in materia di caccia n.157/1992.

Sarebbe così stata violata la competenza esclusiva dello Stato in materia di tutela dell’ambiente, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati