GEAPRESS – Nell’ambito del controllo del territorio agro-forestale il personale della Stazione Forestale di Torrecuso (BN), in collaborazione con i volontari dell’ENPA della sezione recentemente istituita a Torrecuso, ha scoperto e sottoposto a sequestro penale diversi lacci-cappio d’acciaio solitamente utilizzati dai bracconieri.

I lacci erano stati posizionati in località Pantano all’interno dell’area protetta del Parco Regionale Taburno-Camposauro. Secondo la Forestale erano idonei alla cattura dei cinghiali. La stessa Forestale ricorda come l’uso di trappole, reti, tagliole, lacci e similari è vietato dalla legge in materia di protezione sulla caccia.

Il reato è punito con una ammenda massima di 1549 euro, più la confisca del materiale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati