guardia_di_finanza
GEAPRESS – I Finanzieri della Tenenza Aeroporto di Caselle Torinese hanno individuato e denunciato un cittadino italiano  trovato in possesso di 16 pezzi di corallo “Scleractinia SPP”. L’uomo era atterrato con un volo proveniente dal sud america.

Il denunciato avrebbe così violato le disposizioni contenute nella convenzione di Washington e nel Regolamento CE nr. 338 del 1997, sul commercio di specie rare e minacciate di estinzione. L’uomo trasportava il corallo all’interno del proprio bagaglio a mano.

Al momento del transito attraverso i consueti controlli doganali, è stato fermato dai militari della Guardia di Finanza che, in collaborazione con la locale Dogana ed il Nucleo Operativo C.I.T.E.S. del Corpo Forestale, hanno provveduto a sequestrare i preziosi souvenir.

La Guardia di Finanza ricorda come l’illecita importazione di specie protette e minacciate d’estinzione è altresì sanzionata con una pena pecuniaria fino a un massimo di € 6.197.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati