tonno rosso
GEAPRESS – Due sequestri di Tonno rosso segnalati nelle ultime ore.

Il quatitativo più ingente, pari a 630 chilogrammi, è stato rinvenuto a Mazara del Vallo (TP). La Guardia Costiera ha provveduto a sequestrare ben 14 Tonni rossi presso una ditta specializzata nella vendita del pescato.

I tonni, sarebbero risultati privi della necessaria documentazione.

Si ricorda a questo proposito che la pesca del Tonno rosso è consentita nei limiti di tempo stabiliti dalla UE, solo per specifici pescherecci abilitati. Questi devono poi  sbarcare il Tonno nell’approdo autorizzato. La UE stabilisce ogni anno delle quote di pescato alle quali i pescherecc i devono attenersi. Questo alla luce della rarità della specie e dell’incidenza della pesca sullo status delle popolazioni di Tonno rosso.

Tonno privo di certificazione è stato altresì rinvenuto dalla Guardia Costiera di Genova in un ristorante di Lodi.

A quanto pare, in questo caso, si trattava di circa 40 chilogrammi di tonno.

Sia  per il ristorante di Lodi che  per l’azienda di Mazara del Vallo, la sanzione è stata pari a 4000 euro.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati