cane an
GEAPRESS – C’è bisogno di aiuto urgente. L’improvviso abbassarsi della temperatura, dopo un’estate che sembrava non avere mai fine, ha spaventato non poco i volontari del Rifugio Lo Scodinzolo di Palermo. Oltre un centinaio di cani, quasi tutti anziani ed affetti da patologie significative che richiedono cure particolari. Sono quelli che nessuno ha mai voluto, gli indesiderati che sono rimasti accuditi dai volontari.

Cani in alcuni casi con molto oltre i dieci anni di vita. E’ il caso di “Tigro”, nato nel 2000 e mai richiesto in adozione. “Rimane con noi – riferiscono i volontari – e non gli faremo mancare niente ma per favore dateci una mano“.

Le esigenze, cambiano di volta in volta, in funzione delle terapie impartite dal Veterinario e dalle mille esigenze (tasse comprese) che assillano quotidianamente gli ospiti di un Rifugio gestito da volontari. Ogni giorno c’è da sfamare decine di bocche, pulire i box, seguire le terapie o trasferire in ambulatorio gli animali più bisognosi. “Quando di sera chiudiamo il cancello – spiegano i volontari – ci sembra un miracolo che siamo riusciti, anche se fradici di pioggia ed infreddoliti. Andiamo via stanchi ma soddisfatti per quanto siamo riusciti a fare. Pensando ai cani sazi, puliti e crediamo pure felici, troviamo la forza per l’indomani. Ogni giorno, però, è come  scalare una montagna. Non lasciateci senza risposta”.

Per un aiuto basta cliccare su DONAZIONE e specificare la causale “LO SCODINZOLO”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati