GEAPRESS – Vi è un recente sviluppo in merito al sequestro di alcuni corni di rinoceronte avvenuto lo scorso gennaio nell’aeroporto internazionale di Bangkok (vedi articolo GeaPress).

Le autorità tainlandesi hanno ora comunicato l’arresto di tre agenti di polizia che sarebbero accusati di essere coinvolti nel commercio illegale di corni. Il loro ruolo sarebbe stato svolto proprio nell’aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok.

I corni vennero sequestrati ad un cittadino vietnamita al quale sarebbe poi stato ordinato di sistemarli in un carrello. La polizia sarebbe poi venuta a ritiralo. I tre poliziotti, a quanto pare, sarebbero rimasti incastrati nei filmati diffusi dalle telecamere. Il valore dei corni è stimato in 600.000 dollari.

La questione del commercio internazionale dei corni di rinoceronte è all’oggetto dei lavori della Convenzione di Washington riunita in questi giorni proprio a Bangkok. Per domani, in agenda, è fissata la discussione sull’Elefante africano e l’Orso polare. Per il primo si dovrebbe esaminare una risoluzione proposta dal Kenya volta a bandire la vendita di zanne sequestrate a trafficanti o derivanti dalle cosiddette cacce di selezione. Di fatto l’immissione nel mercato agevolerebbe anche i traffici illeciti. Per l’Orso polare il testo proposto da Stati uniti e Russia, propone il bando totale dei commerci di trofei e pellami, purtroppo ancora consentito in Canada.

Una questione controversa. Una recente sentenza di una Corte d’Appello degli Stati Uniti ha confermato il bando di tali commerci (vedi articolo GeaPress). La nuova stagione di caccia in Canada, si è però aperta di recente (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati