GEAPRESS – Fermati appena in tempo. In Thailandia, sul fiume Mekong e probabilmente diretti, attraverso il Laos, fino alla Cina. La polizia della Thailandia i 104 pangolini li ha sequestrati proprio nei pressi del confine.

Animali da utilizzare per l’alimentazione oppure per le scaglie. Queste ultime sono utili, a quanto pare, sia in oreficeria che nella medicina cinese. Nonostante il grado di protezione che le più sottospecie di Pangolino godono formalmente, i poveri animali non finiscono mai di essere depredati.

Ad essere stati arrestati sono due sospetti bracconieri. Il bliz della polizia è avvenuto lunedì scorso proprio nel momento in cui i pangolini stavano per essere caricati nella barca che li avrebbe portati oltre il confine con il Laos.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati