tonno novellame II
GEAPRESS – Il peso di ogni singolo animale si aggirava intorno al chilo e mezzo. I diciannove Tonni rossi, sequestrati ieri dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Terrasini (PA), ripropongono ancora una volta la razzia del mare operata da pescatori senza scrupoli. La stessa Guardia Costiera ha infatti sottolineato i danni irreparabili all’ambiente marino arrecati da questo tipo di pesca vietata sia dalle disposizioni nazionali che internazionali.

I Tonni di Terrasini sono peraltro risultati non idonei al consumo umano e per questo, non essendo neanche possibile donarli in beneficenza, sono stati distrutti.

Nei tempi e nelle modalità consentite, il Tonno potrebbe essere pescato solo da chi autorizzato, quando di dimensioni non inferiori ai 115 centimetri e di peso superiore ai trenta chili. Purtroppo in questi giorni si stanno registrando più interventi di polizia marittima che testimoniano il frequente prelievo di piccoli di Tonno e di Pesce spada.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati