trento trofei
GEAPRESS – Intervento dei Forestali della Provincia Autonoma di Trento che hanno provveduto a denunciare nei giorni scorsi una persona accusata di cacciava con l’utilizzo di lacci. L’operazione è stata condotta dalla Stazione forestale di Rovereto e Vallarsa nell’ambito delle attività di repressione del bracconaggio- Il fine era quello di accertare eventuali violazioni alle norme che tutelano la fauna selvatica e che disciplinano la detenzione delle armi.

L’indagine, coordinata dal procuratore della Repubblica di Rovereto, ha avuto origine quando i Forestali hanno trovato   un “laccio” in acciaio per la cattura di ungulati. La trappola era posizionata in una radura, ambiente adatto alla presenza di cervi, caprioli e camosci.

Le indagini subito avviate hanno così permesso di risalire al presunto autore del reato che è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria. Nel corso della perquisizione dell’abitazione sono stati trovati alcuni lacci, cordini, sistemi di ancoraggio, nonché 7 trofei di capriolo di provenienza incerta. Sono stati trovati anche 5 fucili detenuti in difformità alla normativa di riferimento. Le violazioni sono di carattere penale e pertanto tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro penale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati