de girolamo
GEAPRESS – Nuovo intervento del Ministro per le politiche agricole alimentari e forestali Nunzia De Girolamo, sulla grave situazione ambientale della “Terra dei Fuochi”, in Campania.

Ad avviso del Ministo “bisogna accelerare sulla perimetrazione delle aree inquinate nella Terra dei fuochi.  Dobbiamo procedere immediatamente d’intesa con tutte le altre amministrazioni competenti per assicurare tutele certe ai cittadini e anche la difesa dei produttori onesti, che oggi combattono per garantire alimenti sani e genuini che costituiscono l’eccellenza della Campania. La Regione sta facendo tanto, anche grazie all’opera del presidente Caldoro, e il Ministero delle politiche agricole fornirà agli Assessorati tutto il supporto necessario per fare in modo che le zone avvelenate siano delimitate e individuate con certezza”.

Il Ministro ha inoltre aggiunto  che “il Ministero sta provvedendo anche al rafforzamento del Corpo forestale dello Stato che, insieme ai Carabinieri e alle altre Forze dell’ordine, combatte ogni giorno in prima linea per garantire la legalità. Un particolare apprezzamento va alla magistratura, che sta coordinando in modo eccellente l’opera di repressione dei reati. Assicuro sin d’ora il mio totale e incondizionato sostegno all’inasprimento delle pene per i reati di cosiddetta ecomafia, portato avanti dal Ministro Orlando, e solleciterò anche una velocizzazione delle procedure riguardanti le confische dei beni mafiosi, le cui vendite dovranno essere utilizzate per le bonifiche. Chi ha inquinato la Campania dovrà pagare. La camorra si combatte con i fatti e lo Stato dovrà usare la forza della legalità fino in fondo. Da questo punto di vista non si può che condividere la decisione del presidente della Camera di desecretare i verbali del boss Schiavone: la verità è la bandiera che ci deve unire nella guerra di ogni giorno alla mafia e alla camorra”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati