GEAPRESS – Cinque autobus, cinque autovetture, due furgoni, una roulotte e due motori. Una sorta di “cimitero” del rottame quello scoperto dal Corpo Forestale dello Stato, Comando Stazione di Arrone, in località Prisciano nel Comnune di Terni. Una discarica abusiva di rifiuti pericolosi e non pericolosi, secondo il comunicato della Forestale. Rifiuti che sarebbero stati depositati nel terreno nel corso degli anni e che avrebbero così creato un degrado paesaggistico e ambientale. Questo anche a causa della percolazione di sostanze liquide dai veicoli posti alle intemperie. In tutto 552 metri cubi di rifiuti, di cui 517 classificabili come pericolosi e pari ad un peso di oltre 10 tonnellate.

A quanto pare il proprietario del terreno era altresì lo stesso dei veicoli fuori uso. Per lui il deferimento all’Autorità Giudiziaria con l’ipotesi di reato di discarica in assenza di autorizzazione, ovvero in violazione dell’art. 256 comma 3 del Dlgs 152/06.

L’intervento della Forestale si inquadra nell’ambito dei controlli sulla prevenzione e repressione degli illeciti in materia ambientale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: