SONY DSC
GEAPRESS – Sono stati arrestati l’altro ieri mattina quando, durante lo svolgimento di un regolare servizio di pattugliamento del territorio attuato dall’Arma dei Carabinieri e finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, sono stati sorpresi mentre tagliavano alcuni alberi.

I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Termini Imerese, perlustrando la zona industriale di nell’area retrostante l’ex stabilimento Fiat, hanno individuato i tre all’interno di un appezzamento di terreno nelle immediate vicinanze  dell’autostrada A19 Palermo/Catania.  Uno di loro era intento con una motosega a tagliare un albero e i restanti due  a caricare in un furgone la legna già segata in tronchi.

Da qui l’arresto in flagranza. Il reato dal quale sono stati accusati è quello di tentato furto aggravato in concorso tra loro. Si tratta di tre giovani di Cerda (PA). A quanto pare i tre si erano introdotti nel terreno di proprietà dell’ANAS previa effrazione della rete metallica. In tutto erano stati tagliati undici alberi di eucaliptus. Il danno patrimoniale ammonterebbe a circa 3400 euro.

L’arresto è stato convalidato con giudizio con rito direttissimo. I tre sono ora sottoposti all’obbligo di dimora in attesa di giudizio fissato per il prossimo 27 gennaio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati