Un’altra tassa ricadrà su tutti i cittadini italiani: la tassa sui cibi spazzatura. Lo ha annunciato il Ministro della Salute Balduzzi. La motivazione: “la necessità di migliorare le abitudini alimentari. Mandiamo un messaggio ai consumatori, vogliamo farli risparmiare in termini di salute, cosa che poi si traduce in un risparmio anche per il sistema sanitario nazionale”.

Il Ministro Balduzzi – dichiara Stefano Fuccelli, Presidente del Partito Animalista Europeo – nonostante le nostre diffide formali, è venuto meno ai suoi doveri di informazione alimentare ed educazione ad una corretta alimentazione. Nella fattispecie il Ministro ha negato ai cittadini italiani la possibilità di conoscere la pericolosità, scientificamente e clinicamente dimostrata, del consumo di carne e non regolamentando categorie sensibili come i prodotti realizzati con derivati di animali clonati quale carni e latticini.

Balduzzi, secondo il PAE, ha ignorato le affermazioni dell’oncologo Veronesi secondo il quale l’alimentazione innesca i tumori più del fumo e la prevenzione riduce i decessi più della medicina e comincia a tavola. Secondo il prof. Veronesi l’alimentazione corretta deve fare a meno della carne.

E’ profondamente ingiusto – continua Fuccelli – nascondere la verità soprattutto su un tema principale come la salute, ai cittadini è stato tolto l’inalienabile diritto alla corretta e libera informazione, senza omissioni o censure. Come sempre gli interessi delle lobby, nella fattispecie rappresentate dalle industrie delle carni, prevalgono sul diritto del popolo di sapere.”

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati