Il personale del Comando Stazione Forestale di Taranto ha proceduto in data odierna al sequestro di una discarica abusiva in agro di Taranto, località Sanatorio, zona adiacente la S.S. 106, accertando la presenza di un ingente quantitativo di rifiuti speciali, pericolosi e non ed urbani costituiti prevalentemente da inerti provenienti da lavori di demolizione e ristrutturazione edile (cemento, tufo, calcinacci, piastrelle), materiale plastico di vario genere, cassone in ferro e pneumatici fuori uso abbandonati ad opera di ignoti. Sul posto sono altresì presenti un autocarro, un’autogru, due rimorchi di autocarro, una cisterna contente catrame, tutti in evidente stato di abbandono.

Sull’autocarro è addirittura presente vegetazione arborea ed arbustiva che, nonostante il degrado ambientale in cui versa l’intera area, è riuscita ugualmente a radicarsi, quale reazione ai soprusi che vengono perpetrati dall’uomo in danno della natura. Detti rifiuti sono stati abbandonati da ignoti in modo continuativo e reiterato lungo la suddetta strada sino a realizzare una vera e propria discarica che si estende per una superficie di circa mq. 1.000.

Gli uomini della forestale hanno proceduto a porre sotto sequestro l’intera area nonché i citati automezzi, poiché sussisteva il pericolo di ulteriore alterazione o modificazione delle cose, tracce e luogo del reato. Sono in corso ulteriori indagini volte ad individuare i responsabili di tale scempio ambientale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati